Data l’emergenza sanitaria in corso, e constatato che il bilancio in approvazione è stato redatto nelle scorse settimane in una situazione sociale ed economica ben diversa da quella odierna, chiediamo di accogliere il nostro emendamento al fine di stanziare fin da subito importanti risorse che possano essere utili a far fronte a possibili emergenze.

In particolare, individuiamo economie lampanti nei capitoli relativi ai servizi scolastici quali mensa e trasporto, che certamente non saranno impiegate per almeno sei settimane dati i DPCM che dal 23 febbraio al 3 aprile p.v. prevedono la sospensione delle attività scolastiche, con un risparmio di almeno 12.000 euro.

Riteniamo utile reimpiegare tali consistenti economie per far fronte all’emergenza in atto.

Data la comunicazione dell’impossibilità di stanziare un fondo di solidarietà da parte del Comune per famiglie ed imprese (come da noi richiesto alla controparte in occasione della Commissione Capigruppo del 10 marzo 2020), siamo oggi a richiedere che le economie sugli appalti vengano subito reimpiegate nei due ambiti che maggiormente dovranno far fronte alla situazione emergenziale: Protezione Civile (+ 3.000 euro) e Servizi Sociali (+ 9.000 euro).

Mentre la Protezione Civile potrà acquistare all’occorrenza materiale necessario per svolgere l’indispensabile supporto per far fronte all’emergenza Covid-19, i Servizi Sociali potranno in queste settimane rafforzare il SAD (servizio di assistenza domiciliare). Riteniamo altresì che implementare i capitoli relativi ai Servizi Sociali possa rendere più snelle eventuali successive manovre di variazione fra i capitoli nell’ambito della stessa missione, che potranno all’occorrenza essere approvate in Giunta senza una riconvocazione del Consiglio Comunale.

Vi preghiamo di notare che in questo momento difficile, pur non condividendo alcune scelte della vostra politica economica, non ci siamo permessi in una situazione tanto delicata di chiedervi di rivedere le vostre posizioni su stanziamenti che non fossero esclusivamente ‘tecnici’.

Chiediamo però, oltre all’approvazione dell’emendamento in seguito proposto, un impegno da parte dell’amministrazione su più fronti, in parte già condivisi:

  • Il pieno supporto all’istituzione scolastica affinché possa garantire anche in questo momento il diritto costituzionale all’istruzione dei nostri bambini e ragazzi attraverso la didattica a distanza, come da istruzioni ministeriali.
  • La possibilità per i nostri cittadini di ottenere una dilazione sul pagamento delle tasse comunali.
  • L’impegno alla costituzione di un fondo di solidarietà per i cittadini di Briosco che si troveranno in difficoltà economica a causa della crisi legata all’emergenza sanitaria, al di là delle misure che il Governo andrà ad approvare con il decreto economico e allo studio congiunto delle modalità di erogazione dei sussidi.

È nostra intenzione collaborare in modo costruttivo con l’Amministrazione Comunale per far fronte a questa difficile situazione, consapevoli della necessità di un fronte comune contro l’emergenza sanitaria.

F.to 

Giuseppe Motta

Vera Dell’Oro

Antonio Squitieri

Silvia Zamprogno