Scuola e formazione

…da dove cominciare a cambiare le cose, se non da una migliore qualità della scuola?

L’istruzione è una priorità assoluta: la formazione dei nostri ragazzi è il migliore investimento per il nostro futuro. La scuola deve vivere come centro di aggregazione e formazione umana, anche oltre gli orari della didattica. Star bene a scuola significa anche frequentare ambienti curati e sicuri.

 

-Integrazione tra realtà formative del territorio: ripensiamo alla scuola come struttura che possa dialogare con associazioni, famiglie e società sportive, integrando anche negli orari pomeridiani e serali attività per la formazione della persona, nel rispetto dell’autonomia dell’educazione scolastica;

-Non solo aule! Le relazioni con il Consiglio di Istituto, la direzione, gli insegnanti ed i genitori sono un elemento fondamentale per progettare spazi didattici rivolti al futuro: aule, laboratori e dotazione informatica, ma anche spazi verdi e una scuola bella e sicura;

-Qualità ed ottimizzazione dei servizi che garantiscono l’accesso alle strutture scolastiche: mensa, trasporto, agevolazioni a famiglie numerose o in difficoltà, libri in comodato;

-Una scuola inclusiva: negli spazi, nei servizi e nei progetti. Un aiuto concreto agli alunni con difficoltà di apprendimento e alle loro famiglie attraverso un costante monitoraggio delle situazioni più critiche e ad adeguate misure di intervento;

-Sostegno alle scuole dell’infanzia paritarie che svolgono un servizio indispensabile per la comunità;

-Istituzione del servizio pre/dopo scuola, previo raggiungimento di una soglia minima di adesioni.

-Istituzione di un servizio continuativo di aiuto compiti e sostegno allo studio per la scuola primaria e secondaria;

-Attuazione di un programma, in collaborazione con le istituzioni, finalizzato a contrastare il fenomeno dell’abbandono scolastico attraverso percorsi motivazionali, di formazione e di orientamento. Erogazione di assegni e borse di studio per favorire la frequentazione della scuola secondarie e dell’università;

-Finanziamento ed implementazione di progetti didattici: cittadinanza attiva e progetti di legalità, educazione ambientale, sensibilizzazione al fenomeno del bullismo, approfondimento di temi e luoghi propri del nostro territorio, promozione ed ampliamento del Pedibus, creazione orti didattici nelle scuole e progetti di educazione alimentare…

-La formazione professionale e l’orientamento al lavoro sono due facce della stessa medaglia. Vogliamo agevolare la possibilità dei cittadini di acquisire nuove competenze attraverso la messa a disposizione di spazi destinati alla formazione continua: seminari, convegni, certificazioni linguistiche e informatiche e corsi professionalizzanti che permettano ai cittadini di interagire con gli operatori economici, il terzo settore, le scuole e le università.